l'attualita'

L'Albero del Pane

logoalbero.jpgDove meno te lo aspetti, trovi un luogo di delizie, dolci e salate. Provare per credere

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Che si regala a Natale

regaliintervista.jpgGiro di telefonate per capire cosa si regalerà per le Feste Natalizie

Leggi tutto...
 

l'editoriale

2018, addio e senza rimpianti.
Ne sono successe di tutti i colori, ai quattro angoli del Mondo.
Dalla vicenda Corea del Nord-Usa, alla guerra dei dazi, ai disastri naturali, alle vicende nostrane, e poi la Brexit che ancora non si sa come andrà a finire.
Non è mancato il terrorismo, che ovviamente non va in ferie.
Sul clima, che dovrebbe mettere tutti d'accordo, non c'è accordo e il rischio di andare a schiantarsi, non è così remoto.
Come sarà il 2019? Speriamo in un ritorno al buon senso!

 
 
La Barrocciaia PDF Stampa E-mail

La Barrocciaia, ovvero Livorno nel piatto.
Ha volte si ha fortuna.staffbarrocc.jpg
La nostra fortuna è avere dei gourmands livornesi che ci hanno dato una dritta sicura.
Non le finte "Hosterie", MA UN LUOGO D'ECCELLENZA tutta livornese
Ci dicono con un tono che non ammette repliche: - Se vuoi scoprire i piatti della cucina autentica livornese non ti resta che andare alla Barrocciaia.-
Detto fatto.
In una gelida domenica di febbraio, ci siamo inoltrati per le stradine che circondano il grande Mercato centrale di Livorno ed eccoci arrivati.piatto_alto.gif
Intanto ci sentiamo subito al caldo per l'accoglienza, che non è poco. Questa resta una delle poche Schole de Humanità, come recitavano una volta le insegne delle osterie, presenti nella città labronica.
L'ambiente è rustico, arruffato come la banda di giovani che lo gestisce: Tommaso, Giorgio, Marta, Giancarlo, lo Chef, Sara e Cristiana sorella del titolare Tommaso Scalzi, che prosegue nell'attività iniziata dal nonno Giovanni, appena finita la guerra.
Pochi posti (una trentina, che aumentano in estate con i tavolini fuori), bottiglie e fiaschetti impagliati (che tenerezza, in tempo di bordolesi) sulle mensole delle pareti. panozzo.gifQuadri di gusto contemporaneo di artisti frequentatori del locale, che occhieggiano alla contemporaneità, ci ricordano il mitico bar jamaica di Brera a Milano ai tempi della mamma Lina.
Questa è lapatria di Modigliani e Giovanni Fattori, non dimentichiamolo e chissà mai...
Si mangia e si beve alla toscana ovvio, con piatti di terra e di mare. Gustosi antipasti di pesce (siamo di fronte al mercato ittico), e in egual misura un menù di terra e di mare che cambia giornalmente secondo mercato e secondo gli estri egli umori di Scalzi e della sua allegra brigata.bacclivornese.gif
Ci sono i punti fermi della cucina sempre presenti a cominciare da un panino mitico che attira gente dalla provincia e oltre:
Il Panino con salsa verde prosciutto crudo  e melanzane. Un panino o meglio un panozzo di dimensioni extra, dai sapori forti e decisi.
Come non parlare di caciucco? Qua lo si propone alla maniera antica, senza nulla concedere alle mode passeggere, e poi il baccalà alla livornese, le triglie, il bordatino.
Ma qua si viene anche per cazzeggiare, parlare e sparlare di questo e di quello, con quel sarcasmo grasso che è peculiare ai livornesi doc.
Non si conosce l'essenza più schietta di Livorno, se non si viene alla Barrocciaia.
La Barrocciaia
P.zza F. Cavallotti, 13
57123 Livorno (LI)
Tel. 0586882637
 

 
< Prec.   Pros. >