l'attualita'

Somnium

alexsomnium.jpgUn vino di montagna, come pochi se ne bevono, Alex Berlingheri si conferma gran vignaiolo

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Ivan Rapuzzi

rapuzziivan.jpgParla Ivan Rapuzzi che con il fratello Pierpaolo, porta avanti la storica azienda fondata dai genitori: Ronchi di Cialla. Un'eccellenza internazionale

Leggi tutto...
 

l'editoriale

I lavoratori di Alitalia bocciano il piano di ristrutturazione della Compagnia: non vogliono pagare gli errori di strategie della Socità.
Alitalia di soldi pubblici ne ha mangiati e molti e il Governo sembre deciso a lasciare la nostra ex Compagnia di bandiera al suo destino.
Questo lo scenario. Adesso si va verso il commissariamento e se non succede nulla si va verso la sua liquidazione.
Forse è la soluzione migliore, visto che tenere in vita questa società è ormai un accanimento terapeutico.
Certo ci sono in ballo dodicimila posti di lavoro (privilegiati), ma cosa dovrebbero dire le migliaia e migliaia di persone che dalla mattina alla sera di sono ritrovate per strada
?

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Da Badò - Volterra PDF Stampa E-mail

fuoribadoo.jpgBorgo di San Lazzaro a Volterra, è sulla strada che sale verso il Colle caro agli Etruschi, siamo a poche centinaia di m,etri da Piazza dei Priori cuore pulsante della città. Salendo,sulla sinistra si vedono due lunghe tende bianche: siamo arrivati da Badò.interno.jpg
Tempo fa ci era stato suggerito da Giovanni Cannas, gran capo della Fattoria Lischeto.
Sapendo che Giovanni è un suggeritori di tutta attendibilità, abbiamo deciso di provare la cucina di questa, che resta a nostro giudizio, una delle ultime vere trattorie di Volterra.
Della trattoria di una volta Badò conserva l'impostazione e merito di Giacomo non averla stravolta, lasciando fuori dall'uscio tentazioni modaiole.
Qui si mangia Volterrano, senza se, senza ma.
In cucina donna Lucia è un baluardo antip.gifinespugnabile delle tradizioni volterrane e di questo non possiamo non compiacerci. Intanto l'ambiente...si accede al bar che è aperto fin dalla mattina presto per offrire ai clienti mattinieri, fumanti cappuccini e paste profumate di cioccolata, crema e vaniglia. melanzane.gif
Ma non solo prime colazioni... vi prepareranno panini con salumi e formaggi di gran livello, niente a che vedere con certe tristi shifezzuole, che troppo spesso propongono ai turisti su in città a Volterra. I frequentatori abituali rendo il bar una vera Schola de humanità, con l'arguzia tipica della gente di Toscana.trippaok.gif
Poi sulla destra si aprono le due salette, in tutto una quarantina di coperti.
Belle apparecchiature, eleganti nella loro semplicità con una ulteriore nota di merito: Giacomo e mamma, Lucia non contrabbandano nulla: tutto è esattamente come deve essere in una trattoria.
E noi diciamo finalmente.dessertok.gif
Ottima selezione di vini nelle nicche alla pareti, che sottolineano l'attenzione verso il buon bere di Giacomo, a iniziare dal vino della casa, che viene da una cantina super fidata di Suvereto. Poi ci sono tutti i toscani che devono esserci. A Partire da Ornellaia, fino ai vini di Pieve de' Pitti, ai vini di Marcampo di Genuino del Duca, prodotti proprio a Volterra. giacomo.jpg
Per i vini ci fermiamo qua...correremmo il rischio di qualche dimenticanza e questo non lo vogliamo.
Non mancano le Bollicine, vedi Bellavista, tanto per capire il livello
La cucina della signora Lucia, riconduce alle antiche ricette di Volterra e nell'autunno che tra poco farà capolino questa cucina sapida dai sapori decisi, dà il meglio di sé, quando cioè i boschi e le campagne dei dintorni offrono abbondante selvaggina, abbondanza di funghi e ottimi tartufi. lucia.jpg
Non che nelle altre stagioni manchino i manicaretti come le zuppe, le minestre, le carni alla griglia, i formaggi e salumi (alcuni prodotti in proprio) di straordinario e genuino sapore, vera espressione del territorio.
Quindi bisogna tenere conto della stagione.
Adesso è  tempo dei primi con i sughi di selvaggina, è il trionfo del cinghiale in salmì, oppure il quasi introvabile  cinghiale in dolce forte. Ottima la trippa alla volterrana, da farci scarpetta con il pane rigorosamente sciapo.
Ma raccontarvi tutto vi toglierebbe il gusto della scoperta.
Un discorso a parte lo meritano i dolci, dove la signora Lucia si colloca su un piano ancor più alto...sublimi!
Per un ottimissimo pasto spenderete sui 30/35 €, vini esclusi, e salderete in conto felici e contenti
Trattoria "da Badò"
Borgo San Lazzero n.9
 56048 Volterra (Pisa)
www.trattoriadabado.com
 Tel. +39 0588 80402
 Mob. +39 342 39 58 385
Chiuso mercoledì

 
< Prec.   Pros. >