l'attualita'

L'Albero del Pane

logoalbero.jpgDove meno te lo aspetti, trovi un luogo di delizie, dolci e salate. Provare per credere

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Che si regala a Natale

regaliintervista.jpgGiro di telefonate per capire cosa si regalerà per le Feste Natalizie

Leggi tutto...
 

l'editoriale

2018, addio e senza rimpianti.
Ne sono successe di tutti i colori, ai quattro angoli del Mondo.
Dalla vicenda Corea del Nord-Usa, alla guerra dei dazi, ai disastri naturali, alle vicende nostrane, e poi la Brexit che ancora non si sa come andrà a finire.
Non è mancato il terrorismo, che ovviamente non va in ferie.
Sul clima, che dovrebbe mettere tutti d'accordo, non c'è accordo e il rischio di andare a schiantarsi, non è così remoto.
Come sarà il 2019? Speriamo in un ritorno al buon senso!

 
 
Cascina Piano PDF Stampa E-mail

Una volta si andava ad Angera e subito più in la a Ranco, dove sorgeva il Museo dei trasporti voluto da Ogliare, era un classico delle sponde del Lago Maggiore Lombardo. cascinapiano_angera.jpgOggi il Museo ha cambiato sede, resta la Rocca di  Angera con il suo celeberrimo Museo deelle bambole...ma adesso c'è una ragione in più per andarci: sono i vini di Cascina Piano a intrigarci.
Il livello qualitativo della produzione di vini IGT “Ronchi Varesini”, è decisamente interesssante.
Tradizione e innovazione, questa la cifra distintiva di questa azienda relativamnte giovane.
Far vini in un terroir che aveva abbandonato la sua antica vocazione vitivinicola, puntando sul turismo, è stata un'idea vincente.
titcascinapiano.jpgE i fondatori di Cascina Piano, questo concetto lo hanno ben in mente: turismo e enoturismo non solo possono convivere ma addirittura supportarsi a vicenda.
Dedizione esemplare con rese basse in vigna e pochi maneggiamenti in cantina, attenzione e cura del pakaging, con etichette che propongono antichi dipinti locali, con filastrocche della tradizione, quasi fossimo in presenza di "Etichette parlanti".
Tutto concorre a far di Cascina Piano una piccola grande chicca dell'enologia lombarda
Si privilegiano i vitigni autoctoni con la supervisione di “Ampelidea” che suggerisce quando è il caso l'utilizzo di nuove tecniche di coltivazione e vinificazione.
I VINI DEGUSTATI
Primenebbieprimenebbieok.gif
Zona di produzione:
Colline del sud Verbano varesino ad Angera sui pianori della Cascina Piano e della Rotonda con esposizione ottimale.
Altezza sul livello del mare 250 m.
Vitigni: Nebbiolo.
Sistema di coltura: Tralcio rinnovato, inerbimento, concimazioni contenute.
Parametri di produzione:
Produzione massima: 65 ql/ha bassa carica di gemme, diradamento, scelta vendemmiale, breve macerazione prefermentativa a freddo, fermentazione a temperatura controllata con lieviti autoctoni, macerazione molto lunga, affinamento in fusti di rovere di medie dimensioni per 18 mesi.
Parametri analitici:
Cont. min. alcolico naturale: 13% vol. valore acidità: 5,5‰ estratto secco netto minimo: 23‰.
Caratteristiche organolettiche:
Di colore rosso granato, dal profumo intenso con piacevoli sentori di frutta rossa, piccoli frutti e spezie che si evolvono con l'affinamento in bottiglia. Ha un sapore pieno ed elegante con grande equilibrio tra struttura ed eleganza.
Temperatura di servizio: 18° C.
Sposa carni rosse, arrosti, selvaggina e formaggi stagionati.
Un grande vino rosso, che non ha nulla da invidiare a cugini vicini e lontani.
Equilibrio invidiabile con tannini morbidi e eleganti. Noi in questa primavera capricciosa lo abbiamo abbinato a un brasato alla maniera lombarda. Risultato: uno di quegli abbinamenti che ricorderemo a lungo.

Anglianoanglianook.gif
Colline del sud Verbano varesino ad Angera sui pianori della Cascina Piano e della Rotonda con esposizione ottimale.
Altezza sul livello del mare 250 m.
Vitigni: Nebbiolo, Croatina.
Sistema di coltura: Tralcio rinnovato, inerbimento, concimazioni contenute.
Parametri di produzione:
Produzione massima: 70 ql/ha bassa carica di gemme, diradamento, scelta vendemmiale, breve macerazione prefermentativa a freddo, fermentazione a temperatura controllata, macerazione prolungata affinamento in fusti di rovere di piccole e medie dimensioni.
Parametri analitici:
Cont. min. alcolico naturale: 13% vol. valore acidità: 5,5‰ estratto secco netto minimo: 22‰.
Caratteristiche organolettiche:
Di colore rosso rubino carico, ha un profumo intenso con piacevoli sentori di frutta rossa e spezie che si evolvono con l'affinamento in bottiglia. Il sapore è pieno, elegante e garbatamente corposo.
Temperatura di servizio: 18° C.
Abbinamenti: E' indicato particolarmente per arrosti, selvaggina, salumi e formaggi a pasta dura.
La spigolosità del Nebbiolo smussata dalla presenza della Croatina. Un vino "vinoso" di beva facile che ben accompagna la cucina di carne lombarda.
In questa bottiglia si coniuga la tipicità piemontese con l'Oltrepò Pavese che poi una volta si chiamava Vei Piemont.
Una bottiglia che in una cantina ideale deve trovare la sua corretta collocazione
Azienda agricola Cascina Piano
Via valcastellana 33
21021 Angera (VA) Italia
Tel:  0331-930928
www.cascinapiano.it

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
< Prec.   Pros. >