l'attualita'

Da Quinto

logoquinto.jpgLa patria del Frico, dal tradizionale patate e cipolle, alle versioni più creative. Imperdibile

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Santè Bio

santre.jpgA un paio d'anni dall'apertura di questa bottega d'eccellenza, facciamo un bilancio con Remo Morlacchi. Una chiacchierata con sorpresa

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Quel che si temeva è accaduto. Frai Merckel crolla (-8), i Socialdemocratici mai così in basso da dopoguerra. Avanza e di molto  l'estrema destra e non è un bel segnale.
Quel che è grave è che il crollo avviene nelle periferie, dove maggiore è l'impatto con l'immigrazione. Anche il gigante tedesco ha i suoi problemi. L'aver messo sotto traccia, il problema dell'immigrazione, non è bastato. Questo è un gigantesco problema EUROPEO, che i singoli Stati non riescono a fronteggiare. Diventa facile per gli ipernazionalisti, battere su questo tasto e lucrarci elettoralmente.
Si aprono scenari preoccupanti, che riguardano tutti noi, senza eccezioni.
Dobbiamo scegliere cosa fare da "grandi", vogliamo un'Europa ripiegata su su stessa, o vogliamo un'Europa che non tradisca le sue origini, fatte di interscambi di persone, di merci, di cultura?
L'Europa è così com'è per il contributo eterogeneo delle genti che l'hanno formata: dagli Etruschi, ai Romani ai Bizantini, dai cosidetti Barbari, agli Arabi.
Se ne facciano una ragione gli isolazionisti, la nostra cultura primigenia ha origine Mesopotamiche e teniamolo bene in testa



 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Italia in Rosa 2017 PDF Stampa E-mail

Il Consorzio Valtènesi si prepara a celebrare in grande stile il decennale di Italia in Rosa: la vetrina dei rosè di Moniga del Garda torna in scena dal 2 al 4 giugno con molte novità ed importanti iniziative in memoria di Sante Bonomo, past president  del Consorzio e fra i principali promotori della manifestazione.sante_bonomo_2.jpg

Italia in Rosa taglia il traguardo del decennale: la vetrina dei Chiaretti e dei rosè italiani prepara una decima edizione in grande stile per il ponte della Festa della Repubblica, chiamando a raccolta appassionati e wine lover per un compleanno davvero speciale.

L’evento, in programma dal 2 al 4 giugno, è stato presentato a Vinitaly dal Consorzio Valtènesi: nell’ambito dell’incontro il presidente di Italia in Rosa Luigi Alberti ha annunciato un’importante iniziativa per ricordare Sante Bonomo, figura di riferimento del mondo del vino gardesano recentemente scomparso all’età di 62 anni. Presidente del Consorzio Valtènesi per due mandati, Bonomo ha seguito in prima persona la nascita di Italia in Rosa, dando un contributo decisivo allo sviluppo della manifestazione. Era inoltre presidente di Civielle-Cantine La Pergola, l’unica cooperativa vitivinicola della riviera bresciana del Garda che ha sede proprio a Moniga: per questi ed altri motivi Consorzio Valtènesi e Comune di Moniga, unitamente al presidente di Italia in Rosa Luigi Alberti, hanno deciso di commemorare nel migliore dei modi la memoria di un personaggio universalmente stimato per le sue qualità professionali ed umane, che tanto ha fatto e dato per lo sviluppo della vitivinicoltura della Valtènesi.

“Ad Italia in Rosa – ha detto Luigi Alberti, alla presenza di Manuel Bonomo, figlio di Sante – lanceremo una borsa di studio per gli studenti degli istituti alberghieri del territorio, denominata “Il Chiaretto nel Piatto”, con la quale premieremo la creatività degli chef del futuro che presenteranno una loro ricetta pensata per l’abbinamento con il rosè della Valtènesi. Abbiamo scelto di dedicarla alla memoria di Sante Bonomo: credo non ci sia miglior modo di ricordarlo che con un’iniziativa dedicata ai giovani ed alla promozione del territorio”.

Ad ospitare la vetrina del drink pink sarà come sempre la cornice dell’antico castello trecentesco di Moniga del Garda, “paese del Chiaretto” dove la manifestazione è nata e si è consolidata negli anni, diventando un evento di proporzioni ormai nazionali. Il castello, tipica costruzione difensiva del territorio che risale al periodo tra il XIV e il XV secolo, dove ora è a disposizione una grande area per eventi, offre un panorama di grande suggestione sul lago di Garda ed ospiterà gli stand di degustazione dove troveranno spazio i vini di oltre 100 cantine provenienti dalle principali aree di produzione italiane. Grande protagonista il Valtènesi, che giocherà un ruolo di primo piano con la presenza di tutte le principali cantine del territorio.Tra le novità di questa edizione, un concorso per l’etichetta più accattivante con la partecipazione di esperti nazionali oltre alla Regata storica del Garda, esplicitamente dedicata all’evento.
Info ed aggiornamenti sul sito
www.italiainrosa.it.

 
< Prec.   Pros. >