l'attualita'

Eventi Estivi

eventiestivi.jpgSu e giu per il Belpaese, tra arte cibi e vini. Una serie di eventi imperdibili

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Maltempo
testatamaltempo.jpgQuesta è una intervista senza risposte ed è rivolta a quei molti Politici che negano l'evidenza
Leggi tutto...
 

l'editoriale

Una volta alcuni settori della sociatà italiana, seppur minoritari, avevano coniugato uno slogan "Ne con lo Stato ne con le Br". Oggi questo slogan sembra sia stato adottato dalle Comunità Islamiche in Occidente. "Ne con lo Stato ne con gli estremisti".
Una posizione che non solo è equivoca, ma crea sospetti nella gran parte dei cittadini.
Fino a quando questo atteggiamento perdurerà, sarà difficile rompere questo corto circuito. Se le segnalazioni su sospetti di radicalizzazione non partiranno dall'interno delle Comunità Islamiche stesse, risultati aprezzabili non ne avremo.
Che piaccia o meno questa è la realtà nella quale viviamo

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Il Verdi PDF Stampa E-mail
E così un altro pezzo della ristorazione storica di Milano chiude i battenti. Corrado il titolare dopo 31 anni molla.
A lui che è stato l'autore di una delle rivoluzioni in cucina a Milano e non solo, proponendo le mitiche insalatone, da lui elevate da semplice contorno a pilastro dei pranzi milanesi, per cleinti salutisti e attenti alla linea.
Con la chiusura de Il Verdi, scompare piazza Mirabello. Non va dimenticato che sull'altro lato della piazza, c'era Oreste, mitico ritrovo degli intellettuali milanesi, citato persino da Umberto Eco nel "Il Pendolo di Focault", e poco distante "Il Tombon de San Marc, ritrovo dei giornalisti del Corriere.
Tutto finito, in nome di improbabili cucine Fusion, dove molto si improvvisa e poco si costruisce.
C'è da chiedersi, se tutte le Tv che parlano di cibo, quanti danni facciano, diretti e indiretti. Sono sempre più le famiglie facoltose che finanziano locali per i figli, che poi regolarmente falliscono.
Fare cucina è un mestiere difficile, faticoso e dove è vietato improvvisare.

 
< Prec.   Pros. >