l'attualita'

Bio scandali
nuovo-logo-bio.jpgGiorno si e giorno anche, vengono a galla le magagne di prodotti Bio, etichette poco chiare e operatori disonesti
Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Gori vini

gorihome.jpgUn imprenditore che diversifica, tornando a un amore giovanile mai sopito

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Il voto in Austria la dice chiara.
Avanza tumultuosa la Destra più estrema, il voto in Austria è chiarissimo: si somma alle recenti elezioni in Garmania. I Migranti fanno paura e le Destre Europee hanno gioco facile a raggranellare consensi. Il problema è che l'Europa non sa dare risposte, il peso dell'emigrazione grava su paesi economicamente deboli come Italia e Grecia, o su Paesi che hanno storicamente "paura" di chi viene dal Sud Est dell'Europa, vedi l'Austra con Vienna che fu addirittura assediata dai Turchi.
E poi c'è la grana Ispano-Catalana. Oggi c'è l'ultimatum di Madrid a Barcellona con una richiesta perentoria: vi considerate indipendenti o no?
Difficile capire come possa finire...certamente non bene
Malatempora currunt

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Il Verdi PDF Stampa E-mail
E così un altro pezzo della ristorazione storica di Milano chiude i battenti. Corrado il titolare dopo 31 anni molla.
A lui che è stato l'autore di una delle rivoluzioni in cucina a Milano e non solo, proponendo le mitiche insalatone, da lui elevate da semplice contorno a pilastro dei pranzi milanesi, per cleinti salutisti e attenti alla linea.
Con la chiusura de Il Verdi, scompare piazza Mirabello. Non va dimenticato che sull'altro lato della piazza, c'era Oreste, mitico ritrovo degli intellettuali milanesi, citato persino da Umberto Eco nel "Il Pendolo di Focault", e poco distante "Il Tombon de San Marc, ritrovo dei giornalisti del Corriere.
Tutto finito, in nome di improbabili cucine Fusion, dove molto si improvvisa e poco si costruisce.
C'è da chiedersi, se tutte le Tv che parlano di cibo, quanti danni facciano, diretti e indiretti. Sono sempre più le famiglie facoltose che finanziano locali per i figli, che poi regolarmente falliscono.
Fare cucina è un mestiere difficile, faticoso e dove è vietato improvvisare.

 
< Prec.   Pros. >