l'attualita'

Da Quinto

logoquinto.jpgLa patria del Frico, dal tradizionale patate e cipolle, alle versioni più creative. Imperdibile

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Santè Bio

santre.jpgA un paio d'anni dall'apertura di questa bottega d'eccellenza, facciamo un bilancio con Remo Morlacchi. Una chiacchierata con sorpresa

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Quel che si temeva è accaduto. Frai Merckel crolla (-8), i Socialdemocratici mai così in basso da dopoguerra. Avanza e di molto  l'estrema destra e non è un bel segnale.
Quel che è grave è che il crollo avviene nelle periferie, dove maggiore è l'impatto con l'immigrazione. Anche il gigante tedesco ha i suoi problemi. L'aver messo sotto traccia, il problema dell'immigrazione, non è bastato. Questo è un gigantesco problema EUROPEO, che i singoli Stati non riescono a fronteggiare. Diventa facile per gli ipernazionalisti, battere su questo tasto e lucrarci elettoralmente.
Si aprono scenari preoccupanti, che riguardano tutti noi, senza eccezioni.
Dobbiamo scegliere cosa fare da "grandi", vogliamo un'Europa ripiegata su su stessa, o vogliamo un'Europa che non tradisca le sue origini, fatte di interscambi di persone, di merci, di cultura?
L'Europa è così com'è per il contributo eterogeneo delle genti che l'hanno formata: dagli Etruschi, ai Romani ai Bizantini, dai cosidetti Barbari, agli Arabi.
Se ne facciano una ragione gli isolazionisti, la nostra cultura primigenia ha origine Mesopotamiche e teniamolo bene in testa



 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Ronchi di Cialla PDF Stampa E-mail

Rose DiCialla 2016
A Cialla è successo un piccolo miracolo. Ivan e Pierpaolo Rapuzzi escono dagli schemi abituali e per la prima volta si cimentano nella vinificazione in rosa.
Una scelta impensabile fino a non molto tempo fa. Voglia di misurarsi con se stessi e mercato impongono di diversificare. E come sempre in quel di Cialla il risultato è sorprendente. rosadiciallaok.gifBello il colore che ricorda il rosa antico tenue, bella l'etichetta di un inusuale color argento. Ma quel che maggiormente stupisce è il vino. Elegante e di bella beva, sapido non come certi suoi parenti che sembrano annaccquati. Si sente il Refosco dal quale proviene, con tutte le sue sfumature e complessità.
Con questa nuova e bella bottiglia Ronci di Cialla mette un'altra freccia nella faretra...e che faretra


COLLOCAZIONE GEOGRAFICA DEL VIGNETO:
Valle di Cialla nel comune di Prepotto (Udine) - Friuli.
VIGNA: Cernetig:
Ha 0.70 giacitura di collina; terreno: marna eocenica; esposizione SSE; altitudine 200-230m.
UVA DA CUI E’ PRODOTTO:
100% Refosco dal Peduncolo Rosso proveniente dalle vigne di proprietà su ripidi terrazzamenti affacciati sulla valle e circondati dal bosco.
VENDEMMIA: manuale e in selezione, terza decade di Settembre.
VINIFICAZIONE:
macerazione sulle bucce per 4/5 ore, segue pressatura molto soffice. Fermentazione del mosto fiore in vasca d’acciaio a temperatura controllata. Affinamento sulla feccia fine per 4 mesi con batonage 3 volte alla settimana. Vinificato, imbottigliato e stoccato nelle cantine di proprietà nelle migliori condizioni a garanzia di qualità.
ESAME ORGANOLETTICO:
Colore: rosa cipria, brillante. Profumo: fresco e fruttato, richiama piccoli frutti rossi su un fondo finemente speziato. Sapore: fresco, persistente e fruttato, completato da note agrumate e minarali. Quadro acido molto bilanciato.
GASTRONOMIA:
Accompagnamento: vino molto elegante e versatile che si accompagna egregiamente a piatti a base di pesce e crostacei, antipasti a base di verdure, primi piatti delicati. Se trovate una Trota dell'Isonzo, sappiate che unirete eccellenza a eccellenza.
Ideale compagno di aperitivi estivi, oppure condividetelo con amici fidati durante le "ciacole" serali.
TEMPERATURA DI SERVIZIO:
8/10 °C

 
< Prec.   Pros. >