l'attualita'

Vignai da Duline

logogiallo.jpgUn libro, un vino e un puzzle di vita vissuta. In libreria e in cantina

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Terre del Faet

logodriusok.jpgAndrea Drius, il vignaiolo del FVG che crede nel "Friulano", come vino identitario del Collio

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Arrestato Igor, il killer di Budrio
Fine della fuga: Igor il Russo, rincorso dalle forze dell'ordine di mezza Europa, è stato arrestato ieri in Spagna al termine di un conflitto a fuoco con la Guardia Civil, da sempre in contatto con i carabinieri.
Inseguito da mesi con uno spiegamento di forze dell’ordine senza precedenti, l'uomo sembrava essersi volatilizzato. Il serbo, aveva seminato il terrore nelle zone fra la provincia di Bologna e Ferrara: è accusato degli omicidi del barista di Budrio, Davide Fabbri e della guardia volontaria Valerio Verri.
Un lavoro immenso quello da parte delle forze dell’ordine (sia a livello nazionale che europeo) hanno portato alla cattura  del pluriomicida di Budrio. La polizia scientifica italiana è stata interessata dalle autorità spagnole per le procedure d’identificazione dell’uomo. Identificazione avvenuta e positiva. Durante il suo arresto sono morte altre tre persone: due militari e un civile

 
 
Maltempo PDF Stampa E-mail
Ci piacerebbe sapere se un qualche Politico "negazionista" sull'influenza delle attività umane sul clima cosa ci racconta questa estate.
Prendiamo il Presidente USA, Donald Trump, tanto per citarne uno.
Ha dismesso il programma di Obama sulle energie rinnovabili e dato nuovo impulso all'estrazione di petrolio, come proseguire con l'oleodotto che viene dall'Alaska.
Idem vale per molti Paesi dell'Est Europa, che pur di crescere se ne fregano dei mutamenti climatici e delle enrgie rinnovabili.
Pensate solo se Cina, India dovessere arrivare ai nostri livelli di consumi.
Quante emissioni finirebbero in atmosfera?
Forse è arrivato il momento di ripensare il nostro modello di sviluppo, ma a livello globale...crescere meno in modo più diffuso ed equilibrato.
Limitare certi consumi e educare fin dall'infanzia i nostri figli ad avere un approccio meno sprecone al cibo.
Ogni giorno finiscono nell'immondizia migliaia di tonnellate di buon cibo.
Il mal tempo di questi giorni è anche frutto di una politica dello sviluppo semplicemente irresponsabile. Che altro aggiungere se non che ci vuole una presa di coscienza collettiva

 
< Prec.   Pros. >