l'attualita'

La Gubana della nonna

logogubana_nonna.jpgForte la tradizione friulana, ma con una strizzata d'occhio anche a altre realtà

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Razzismo?

corvetto.jpgCome si diventa Leghisti dopo aver militato a Sinistra per tutta la vita

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Passa quasi in silenzio il 26esimo anniversario della Strage di Via D'Amelio, dove ha perso la vita Paolo Borsellino e la sua scorta. In contemporanea si hanno le motivazioni della sentenza che manda in galera numerosi personaggi convolti nella trattatava Stato-Mafia. Da quanto scrivono i Giudici, ci furono depistaggi da parte di organi dello Stato. E ci fu il coinvolgimento pieno di Dell'Utri, che mediava tra Berlusconi e la Mafia, per mettere al riparo i ripetitori TV del Biscione da possibili attentati. Era una cosa che si sapeva da sempre, ma oggi è scritto nero su bianco in una Sentenza
 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Squisitezze a Milano PDF Stampa E-mail

Dalle botteghe ai mercati della città, una dritta per ogni giorno della settimana dove acquistare i tesori dell’autunno di cui non possiamo fare a meno nei nostri piatti. Naturalmente la nostra è solo una ricognizione abbastanza nota ai milanesi..ma se avete qualche altro indirizzo fatecelo sapere.

In quella Mecca di sapori e colori che è lo chic Mercato Comunale coperto di Wagner, Giovanni Gernone è l'apostolo di funghi e tartufi: dal 1958 provvede a selezionare quotidianamente i prodotti per i propri clienti, oggi confortato dalle tre figlie che continuano la tradizione di famiglia e dal genero Claudio.
(Piazza Wagner, 6)

La Fungheria
Adepti meticolosi periti micologi, veri osservanti e professanti del porcino, i responsabili di questa parrocchia dell’autunno seguono personalmente tutte le fasi della lavorazione del loro prodotto, in entrambe le sedi. Dalla classificazione alla selezione e al controllo qualità ogni attività è svolta rigorosamente a mano. Ed ora, su questa ricerca dell’eccellenza nella materia prima e su questa santa cura artigianale, scambiamoci un segno di pace.
(Via Marghera, 14 e Viale Abruzzi, 93)
tartufufunghi.gif

Frutteto Fratelli Galantino
Un pellegrinaggio dai fratelli Galantino è un rito da compiere almeno una volta nella… settimana! In ogni stagione, ha sempre almeno un prodotto divino per cui vale la pena una visita, oltre funghi e tartufi.
(Via Solferino, 12)

Agriturismo Vallenostra
Tutti i giovedì, puntuale come un messale, dalla Val Borbera discende Agata per il Mercato in Giardino di via San Vittore. Funghi e tartufi, ma anche Montebore e focacce, pane e salame, ravioli e torte giungono in città dal suo agriturismo.
Il primo e il terzo sabato del mese al Mercato della Terra di Slow Food di via Procaccini.
(Via San Vittore, 49)

Il Chiosco di Mimì
Fin dagli anni Sessanta, è questo il luogo liturgico per l’acquisto di tartufi e funghi freschi a Milano, amato e conosciuto dagli estimatori di prodotti. Il Chiosco di Mimì propone anche tante altre specialità gastronomiche ultraterrene quali caviale, foie gras e Pata Negra.
(Piazzale Baiamonti, 3)

Urbani Tartufi
Dall’Umbria in su, forse per via Francigena, camminano le proposte di Urbani Tartufi: una discendenza sacra che inizia con Costantino Urbani nel 1852, con l’esportazione di tartufi freschi in Francia, a Carprentas. Dopo di lui Paolo Urbani e poi Carlo che, con il prezioso aiuto della moglie Olga, non solo diventa pioniere della tartuficoltura in Italia ma anche un grande imprenditore che riesce a riorganizzare l’azienda intorno ai suoi cari cercatori: i cavatori. Una vera famiglia, che intorno al tartufo ha creato una vera e propria realtà economica italiana nel mondo.
(Via Anfossi, 13)

 
< Prec.   Pros. >