l'attualita'

Vignai da Duline

logogiallo.jpgUn libro, un vino e un puzzle di vita vissuta. In libreria e in cantina

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Terre del Faet

logodriusok.jpgAndrea Drius, il vignaiolo del FVG che crede nel "Friulano", come vino identitario del Collio

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Arrestato Igor, il killer di Budrio
Fine della fuga: Igor il Russo, rincorso dalle forze dell'ordine di mezza Europa, è stato arrestato ieri in Spagna al termine di un conflitto a fuoco con la Guardia Civil, da sempre in contatto con i carabinieri.
Inseguito da mesi con uno spiegamento di forze dell’ordine senza precedenti, l'uomo sembrava essersi volatilizzato. Il serbo, aveva seminato il terrore nelle zone fra la provincia di Bologna e Ferrara: è accusato degli omicidi del barista di Budrio, Davide Fabbri e della guardia volontaria Valerio Verri.
Un lavoro immenso quello da parte delle forze dell’ordine (sia a livello nazionale che europeo) hanno portato alla cattura  del pluriomicida di Budrio. La polizia scientifica italiana è stata interessata dalle autorità spagnole per le procedure d’identificazione dell’uomo. Identificazione avvenuta e positiva. Durante il suo arresto sono morte altre tre persone: due militari e un civile

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Sciatt Valtellinesi PDF Stampa E-mail

Sciatt, “i rospi” valetellinesi con il cuore di formaggio
la semplice ricetta degli sciatt il piatto tipico della valtellina
Letteralmente sciatt, in dialetto valtellinese, vuol dire rospo. Ed è proprio alla forma del rospo che vagamente assomigliano li sciatt una volta fritti . Gli sciatt sono croccanti frittelle di grano saraceno di forma tondeggiante con un cuore di formaggio fusoscitt.gif
Ingredienti (per 4 persone):
farina di grano saraceno gr. 200
farina bianca gr. 100
formaggio Valtellina Casera   gr. 250
acquavite 1 bicchierino
acqua minerale gassata q.b.
olio per friggere (Girasole)
sale
Preparazione:
mescolare in una ciotola le farine, la grappa e il sale, aggiungendo acqua minerale, fino ad ottenere un impasto non troppo morbido.
Prima di friggere vi consigliamo di lasciare riposare la pastella per due ore
Una volta fatta riposare la pastella, tagliare il formaggio “Casera” a cubetti (di circa 2 cm di lato) ed immergerli nella pastella. Raccogliere con un cucchiaio un cubetto di formaggio alla volta, adeguatamente ricoperto dall’impasto, e lasciarlo cadere nell’olio bollente.
Far colorire gli sciatt e scolarli.
Servire gli sciatt molto caldi posti su un letto di cicoria tagliata finemente e condita con olio e aceto
Come vino vi consigliamo di abbinare il “GRUMELLO” un vino valtellinese, che viene prodotto nella zona a nord-est di Sondrio e prende il nome dal castello di Grumello, una fortezza del XIII secolo che domina la vallata

 
< Prec.   Pros. >