l'attualita'

La Gubana della nonna

logogubana_nonna.jpgForte la tradizione friulana, ma con una strizzata d'occhio anche a altre realtà

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Razzismo?

corvetto.jpgCome si diventa Leghisti dopo aver militato a Sinistra per tutta la vita

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Passa quasi in silenzio il 26esimo anniversario della Strage di Via D'Amelio, dove ha perso la vita Paolo Borsellino e la sua scorta. In contemporanea si hanno le motivazioni della sentenza che manda in galera numerosi personaggi convolti nella trattatava Stato-Mafia. Da quanto scrivono i Giudici, ci furono depistaggi da parte di organi dello Stato. E ci fu il coinvolgimento pieno di Dell'Utri, che mediava tra Berlusconi e la Mafia, per mettere al riparo i ripetitori TV del Biscione da possibili attentati. Era una cosa che si sapeva da sempre, ma oggi è scritto nero su bianco in una Sentenza
 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Sciatt Valtellinesi PDF Stampa E-mail

Sciatt, “i rospi” valetellinesi con il cuore di formaggio
la semplice ricetta degli sciatt il piatto tipico della valtellina
Letteralmente sciatt, in dialetto valtellinese, vuol dire rospo. Ed è proprio alla forma del rospo che vagamente assomigliano li sciatt una volta fritti . Gli sciatt sono croccanti frittelle di grano saraceno di forma tondeggiante con un cuore di formaggio fusoscitt.gif
Ingredienti (per 4 persone):
farina di grano saraceno gr. 200
farina bianca gr. 100
formaggio Valtellina Casera   gr. 250
acquavite 1 bicchierino
acqua minerale gassata q.b.
olio per friggere (Girasole)
sale
Preparazione:
mescolare in una ciotola le farine, la grappa e il sale, aggiungendo acqua minerale, fino ad ottenere un impasto non troppo morbido.
Prima di friggere vi consigliamo di lasciare riposare la pastella per due ore
Una volta fatta riposare la pastella, tagliare il formaggio “Casera” a cubetti (di circa 2 cm di lato) ed immergerli nella pastella. Raccogliere con un cucchiaio un cubetto di formaggio alla volta, adeguatamente ricoperto dall’impasto, e lasciarlo cadere nell’olio bollente.
Far colorire gli sciatt e scolarli.
Servire gli sciatt molto caldi posti su un letto di cicoria tagliata finemente e condita con olio e aceto
Come vino vi consigliamo di abbinare il “GRUMELLO” un vino valtellinese, che viene prodotto nella zona a nord-est di Sondrio e prende il nome dal castello di Grumello, una fortezza del XIII secolo che domina la vallata

 
< Prec.   Pros. >