l'attualita'

Vignalta

logovignalta.jpgArquà Petrarca, non solo il Poeta, ma anche vini fortemente identitari

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Governo: si dice che

gverde.jpgIniziamo a fare un giro di telefonate per capire cosa si pensa del Governo

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Se ne è andato dopo una linga malattia Gilberto Benetton,la mente finanziaria della famiglia, che ha sdoganato i colori nella maglieria accessibile a tutti.
Non amava la maglieria, ma la finanza. Opera sua la diversificazione delle attività di famiglia, con il rilancio di Autogrill, che ora è un colosso mondiale.
Idem con l'ingresso i Autostrade, che ha portato importanti profitti, con un inciampo terribile come il crollo del Ponte Morandi a Genova.
E adesso che faranno i Benetton?
Difficile diro!!!

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Bolle&Bolle PDF Stampa E-mail

BOLLICINE
Derby Italia-Francia
CHAMPAGNE: il confronto con gli spumanti italiani?
E' un esercizio impietoso: i maestri francesi dimostrano come si sfrutta il concetto di massimo valore.
I vini spumanti italiani, in particolare il Prosecco, hanno rovesciato il concetto accelerando sui volumi ma con poco valore.
Nel 2017 i vini spumanti tricolori (compresi Franciacorta e Trentodoc) hanno venduto sul mercato mondiale circa 450 milioni di bottiglie (ben oltre lo Champagne) ma con un valore di “soli” 1,2 miliardi di euro (+21,4%).
Gran parte dei volumi e del valore è pero attribuibile al Prosecco che ha esportato 310 milioni di bottiglie per un valore di 885 milioni di euro).
Un gap importante, che ci deve far riflettere: cosa ci penalizza?
Certamamente la nostra incapacità di fare scquadra, la nostra classe Politica che sembra non rendersi conto di quanto valga questo segmento dell'italianità all'estero.
Cambiamo scenario...prendiamo le manifestazioni Son et lumiere nei Castelli della Loira, sono strombazzate e venduto nei pacchetto turistici di mezzo Mondo. In realtà sono manifestazioni modeste, ma vendute benissimo. Al contrario non siamo capaci di "vendere" i nostri monumenti, i nostri tesori.
I Bronzi di Riace? Il Museo che li ospita ha poche migliaia di visitatori anno
Fermiamoci qua, c'è da mettersi le mani nei capelli

 
< Prec.   Pros. >