l'attualita'

Vignalta

logovignalta.jpgArquà Petrarca, non solo il Poeta, ma anche vini fortemente identitari

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Governo: si dice che

gverde.jpgIniziamo a fare un giro di telefonate per capire cosa si pensa del Governo

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Se ne è andato dopo una linga malattia Gilberto Benetton,la mente finanziaria della famiglia, che ha sdoganato i colori nella maglieria accessibile a tutti.
Non amava la maglieria, ma la finanza. Opera sua la diversificazione delle attività di famiglia, con il rilancio di Autogrill, che ora è un colosso mondiale.
Idem con l'ingresso i Autostrade, che ha portato importanti profitti, con un inciampo terribile come il crollo del Ponte Morandi a Genova.
E adesso che faranno i Benetton?
Difficile diro!!!

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Terme per bambini PDF Stampa E-mail

Tutti alle terme: una vacanza tra le surgive per tutta la famiglia è all’insegna del divertimento, del relax, della riscoperta della natura e della cura di tanti disturbi fastidiosi per i bambini ma anche per i genitori. Sempre più strutture ormai pensano i loro servizi per grandi e piccini, in considerazione del fatto che sempre più studi scientifici riconoscono i benefici delle cure termali anche su pazienti di età compresa tra i 6 mesi e 12 anni.

Ecco perciò l’offerta arricchirsi di spazi pediatrici colorati e a misura di bambino in cui effettuare le cure divertendosi. Peraltro, con la prescrizione del pediatra indicante diagnosi e tipo di cura, si può effettuare un ciclo di cure termali di 12 giorni pagando solo il ticket (di 3,10 euro per bambini fino a 6 anni d’età e con reddito familiare lordo inferiore a 36mila euro, oppure di 50 euro).terme-per-bambini-vacanze-terme-famiglie.jpg

Aerosol, humages, inalazioni a getto diretto, politzer o insufflazioni endotimpaniche, docce nasali micronizzate o tradizionali sono in grado di curare patologie dell’orecchio, del naso e della gola come otiti, adenoiditi, tonsilliti, riniti, faringiti.  I bagni sono ideali per lenire la dermatite atopica, l’eczema e la psoriasi: l’acqua ricca di oligoelementi annulla il prurito e riduce in modo duraturo i segni delle malattie e l’uso dei farmaci come il cortisone.
Infine, le terme sono un ambiente ludico naturale: le immersioni danno al bambino la sensazione rassicurante di rientrare nel ventre materno, il che può placare disturbi psicosomatici come ansia, inappetenza o insonnia.

Ecco una carrellata di offerte dedicate ai piccoli e alle loro famiglie, da Nord a Sud.

Terme di Levico e Vetriolo (www.termedilevico.it): con acqua arsenicale ferruginosa, si trova in Valsugana, con una ricca offerta di itinerari naturalistici, storici e culturali. I trattamenti si rivolgono sia ai genitori che ai figli (con padiglione dedicato ai bambini e ai ragazzi fino ai 14 anni di età): si curano problemi alle vie respiratorie, otorinolangoiatrici, dermatologici.

Abano e Montegrotto (www.abanomontegrottosi.it)
La capitale europea della fangoterapia ha un circuito di strutture alberghiere, “Fate Family Hotel” che assicura strutture con spazi giochi interni ed esterni adatti a diverse età, biblioteca e videoteca, animazione, menu ad hoc.

Terme Di Salice (www.termedisalice.it)
Nel cuore dell’Oltrepò Pavese, accolgono pazienti dai 6 mesi di vita e hanno 2 tipi di acque: sulfurea (ricca di zolfo, è antinfiammatoria, anti-catarrale, anti-prurito e di stimolo delle difese immunitarie) e salsobromoiodica (ricca di sodio, cloro e iodio, è antinfiammatoria e diminuisce il gonfiore delle mucose del naso che riduce il passaggio dell’aria rendendo difficoltosa la respirazione): perfette contro allergie, rinite, sinusite, faringite, bronchite e otite in fase cronica oltre a patologie dermatologiche. Hanno un reparto pediatrico e uno spazio colorato a misura di bimbo. Per i grandi: piscina termale con postazioni massaggianti, cascate d’acqua e soffioni; zona dei vapori con luci soffuse e aromaterapia; stanza del sale detossinante.

Terme dell’Emilia Romagna (www.termemiliaromagna.it)
Fino al 6 gennaio 2014, le Terme dell’Emilia Romagna regalano ai bimbi l’ingresso all’Acquario di Cattolica (un bambino fino a 11 anni ogni due adulti paganti).

Ecco le strutture con ambienti di cura riservati ai bambini:

– Centro termale Euroterme a Bagno di Romagna: ha reparto inalatorio specifico per bambini e il reparto “Gianburrasca”, con ampio spazio giochi.

– Terme di Punta Marina: reparto bimbi dedicato

– Terme di Tabiano: altamente specializzato nella cura dell’otite media secretiva.

– Riccione Terme: ha il reparto pediatrico.

– Terme di Riolo: ha 2 acque, salsobromioidca e sulfurea breta. Quest’ultima è antiossidante: diminuisce l’infiammazione da allergia e migliora il trofismo delle mucose delle vie respiratore, riducendo quindi i sintomi principali quali starnutazioni, ostruzione nasale e rinorrea acquosa. Il Padiglione Terme Bimbo dispone di sale per le terapie inalatorie con postazioni a misura di bimbo.

Terme della Versilia (www.termedellaversilia.com)
Qui con il Watsu e il Bodymind Work Acquatico si migliora la vitalità ad ogni livello: bambini con disagi fisici o emotivi ritrovano una dimensione emozionante e protettiva grazie alla quale tornare a sentirsi a casa nel corpo e nel mondo.

 
< Prec.   Pros. >