l'attualita'

La Fornace

fornce_logo.jpgQua si sa quel che si fa, e si fa quel che si sa. Niente di più

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Oncologia

tumore.jpgColloquio tra un malato oncologico e il suo tumore

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Un ragazzino di 15 anni sale sul tetto di un centro commerciale per farsi un selfie, per sfuggire alla sorveglianza cade in un tubo di aereazione e muore, dopo esser precipitato per una ventina di metri.
Ma in che società facciamo vivere i nostri ragazzi?
Possibile che i ragazzi siano fuori di testa a questo modo? O siamo noi adulti a dedicar loro poche attenzioni?
C'è molto da rivedere sul nostro rapporto genitori-figli

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Resistenza in tavola PDF Stampa E-mail
Una fatica letteralculinaria di Roberta Pieraccioli, dove racconta del come ci si ingegnava durante l'occupazione Tedesca in Italia dal 1943 al 1945. Mettere in tavolo qualche cosa da mangiare non era impresa semplice, tutt"altro. E allora si reciclava tutto, le donne di casa hanno inventato ricette fatte con niente, o quasi
Troverete ricette della campagna povera, delle città dove prosperava la "borsa nera", e dove chi non aveva possibilità economiche spesso andava a letto a pancia vuota.
Oggi che c'è la crisi e molti cittadine se la passano male, questa pratiche risparmiose sono tornate in auge. Siamo in una società dove lo spreco è diventato regola.
cover.jpgChissà che questa crisi non ci aiuti a trovare un minimo di equilibrio anche in tavola

Si intitola “La Resistenza in cucina. Ricette del tempo di guerra per resistere in tempo di crisi”, Ouverture Edizioni (2015), il libro di Roberta Pieraccioli che sarà presentato a. e ANPI.  Un’occasione per riscoprire tradizioni e sapori che sembrano ormai lontani nel tempo ma che sono molto più attuali di quanto si creda. Roberta Pieraccioli, direttrice dei musei di Massa Marittima (Gr), e scrittrice per passione,  parla proprio delle ricette  del periodo che va dall'inizio della seconda Guerra Mondiale fino alla Resistenza e alla Liberazione.
Un libro scritto con la  passione per la ricerca che ha portato l'autrice a scavar sempre più in profondità non solo nei fatti storici di quei momenti, più o meno noti a tutti, ma nella vita di ogni giorno.
A questo interesse è stata associata la crisi degli ultimi anni, che sta costringendo le famiglie alla riduzione degli sprechi e anche dei consumi in tutti i settori, compreso il settore alimentare. Unendo così quello che è stato trovato nelle ricerche sulla vita quotidiana in tempo di guerra, soprattutto in merito all'alimentazione, alla ricerca di soluzioni anti-crisi in cucina, son state rispolverate ricette dimenticate della tradizione familiare e altre cercate altre nei vecchi libri di cucina.
Ricette fatte con poco e nulla o comunque prevalentemente con ingredienti poveri ma tuttavia ottime, soprattutto se rivisitate in chiave contemporanea, visto che oggi è possibile permettersi (nonostante la crisi) molto di più di quello che si potevano permettere le nostre nonne e bisnonne in tempo di guerra.
Info e prenotazioni: Circolo Ricreativo 29 Martiri, Figline di Prato, telefono: 0574460405
 
< Prec.   Pros. >