l'attualita'

La Gubana della nonna

logogubana_nonna.jpgForte la tradizione friulana, ma con una strizzata d'occhio anche a altre realtà

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Razzismo?

corvetto.jpgCome si diventa Leghisti dopo aver militato a Sinistra per tutta la vita

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Passa quasi in silenzio il 26esimo anniversario della Strage di Via D'Amelio, dove ha perso la vita Paolo Borsellino e la sua scorta. In contemporanea si hanno le motivazioni della sentenza che manda in galera numerosi personaggi convolti nella trattatava Stato-Mafia. Da quanto scrivono i Giudici, ci furono depistaggi da parte di organi dello Stato. E ci fu il coinvolgimento pieno di Dell'Utri, che mediava tra Berlusconi e la Mafia, per mettere al riparo i ripetitori TV del Biscione da possibili attentati. Era una cosa che si sapeva da sempre, ma oggi è scritto nero su bianco in una Sentenza
 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Di Maio-Salvini PDF Stampa E-mail
Il Vinitaly, non ha fatto da cornice all'incontro tra Di Maio e Salvini. Neanche la Barbera e la Falanghina, non sono state artefici di quell'incontro che tutti aspettavano: troppo distanti le posizioni. Il macigno è Berlusconi, che i 5S non vogliono come compagno di strada.
E Salvini sa che se andasse da solo al Governo con i grillini, ne diventerebbe il servo sciocco. Mattarella ha messo con le spalle al muro i partiti, se entro 2 o 3 giorni non arrivano con una soluzione per formare un Governo, prenderà in mano la situazione e deciderà lui.
Quello che a noi preoccupa è che l'incarico venga dato alla Presidente del Senato (nota sfegatata berlusconiana) o al Presidente della Camera, un grillino senza nessuna esperienza di alto livello.
Chissà che nella sua bonaria esperienza il Presidente della Repubblica, non cavi dal suo Cilindro il coniglio vincente, capace di mettere d'accordo tutti i galli del pollaio

 
< Prec.   Pros. >