l'attualita'

Montini Vini

logomontini.jpgUn'ottimo pretesto per una gita in Oltre Po: un'azienda storica con un secolo e mezzo di vita. Tra tradizione e innovazione

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Giuditta Teresa

giovanni_0.jpgGiovanni Cattaneo, con la moglie Silvana, sono al Top per la produzioni di dolci tipici del FVG, ci racconta della Gubana

Leggi tutto...
 

l'editoriale

In Italia, ogni volta che c'è un evento, sia sportivo, sia civile, diventiamo tutti esperti.
Quando gioca la Nazionale di Calcio, siamo tutti CT, quando c'è la Coppa America di vela, diventiamo tutti strateghi e tattici di vela, ora che è crollato il Ponte Morandi, siamo tutti ingegneri strutturalisti. Poco importa che fior di esperti, diano valutazioni diverse.
E quel che più preoccupa sono i Politici, che hanno gia emesso il verdetto. Un po, un minimo di prudenza ci vorrebbe e sarebbe un segno di maturità

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Allabona PDF Stampa E-mail

Luigi Iasilli, imprenditore dell'agroalimentare toscano, con un paio di partner, apre un punto ristoro a Pisa, in pieno Centro Storico, a quattro passi dalla magnifica Piazza dei Miracoli.
Un'iniziativa che per Iasilli, uomo dal multiforme ingegno, è lo sbocco naturale che fa seguito alla sua esperienza nel food di qualità.
Un locale con un'anima Bio, che poi nel panorama pisano è sicuramente un unicum, con una particolare attenzione alla salubrità dei cibi e una strizzata d'occhio all'ambiente
E se son rose e fioriranno non è detto che resti il solo, ma che possa diventare una sorta di format da replicare
Abbiamo fatto quattro chiacchiere su questa iniziativa

Caro Iasilli, come nasce questa sua nuova intrapresa?gigiok.jpg
Potrei dire che nasce da due mie passioni: quella per la ricerca dell'autentico e quella per i viaggi; provo a spiegarmi: viaggiando molto sia per passione che per lavoro, mi sono spesso imbattuto in città turistiche con caratteristiche "globali", come le definisco io; che tu sia a Milano o a Londra, a Buonos Aires o a Tokyo, hai sempre gli stessi tipi di negozi e ristoranti; non sono contro la globalizzazione a prescindere; ma il fatto è che, almeno nella ristorazione, il cibo globale è tendenzailmente di bassa qualità e costruito a tavolino, non autentico. Così ho pensato che si potrebbe, invece, provare a sviluppare un format moderno e di impronta "globale", ma utilizzando solo il lato buono della globalizzazione; vorrei provare a diffondere un concept autentico e di valore, basato sul cibo e le abitudini davvero toscane, ben apprezzate in tutto il mondo.

Qual'è la filosofia del vostro locale, magari partendo dal nome...
Vogliamo sdrammatizzare un po' il concetto di cucina toscana, riportandola alla sua vera dimensione che non è mai pretenziosa, ma piuttosto casual ed informale, "alla bona", appunto: in realtà le principali ricette della nostra tradizione nascono da ingredienti poveri,
internoesterno_notte.jpgsapientemente elaborati nei secoli dalle nostre nonne; una tradizione che parte dal basso e si affina nel tempo e che ci piace pensare alla portata di tutti.

Chi la affianca in questa nuova attività?
Come le ho detto è già da un po' che penso a questo progetto; tuttavia buone idee e graditi finanziatori non sono sufficienti a realizzare le intuizioni: servono anche le persone giuste, il fattore umano. L'allineamento di pianeti, forse, è arrivato per una serie di circostanze fortuite lo scorso anno; sono riuscito a coinvolgere un paio di amici veterani nell'ambiente della ristorazione e del food marketing. Così Alessio Dugini e Jonathan Domenici sono diventati soci imprescindibili e colonne portanti del progetto Allabona.

A che pubblico intendete rivolgervi?
Nonostante la prima location centralissima in Via Santa Maria a Pisa
, non intendiamo proporci esclusivamente ai turisti; vorremmo piuttosto offrire anche al visitatore un'esperienza autentica, "davvero toscana"; vorremmo che proprio la clientela locale testimoniasse questa autenticità; insomma, ci rivolgiamo a chiunque desideri riscoprire in modo semplice, veloce ed informale alcune tradizioni un po' dimenticate, esterno.jpgprobabilmente a causa dei ritmi frenetici del nostro tempo. Il tutto in una cornice giovane e lontana dai luoghi comuni.   

Quali ritiene siano  i vostri punti di forza?
Oltre all'autenticità delle ricette e degli ingredienti, tutti provenienti da amici produttori dell'eccellenza toscana, cercheremo di seguire un percorso di sostenibilità attraverso una selezione di proposte da agricoltura bilogica e di filiera corta tracciata; avremo un occhio di riguardo per l'ambiente anche attraverso l'utilizzo di stoviglie compostabili e di fonti rinnovabili di energia; stiamo anche lavorando ad un progetto di forte inclusione nel nostro locale, anche se la location in un antico edificio del centro storico ci pone non pochi limiti oggettivi in tal senso.

Ci suggerisca un menù veloce del mezzogiorno?...e della sera?
A mezzogiorno:
anche solo il nostro tagliere to
piatto.jpgscano con Sbriciolona, prosciutto e salame di Montalcino, formaggi locali, crostino di fegatini, crostino con fagioli zolfini e bruschetta ai peperoni e pinoli; un bicchiere di morellino e per i golosi un cantuccino della nostra selezione.

...e per la cena: chitarra alla selvaggina, peposo dell'impruneta bio con contorno di ceci, sempre da agricoltura biologica; il tutto innaffiato da un chianti classico gran selezione...però, per i più audaci, anche una "verticale di cinghiale" non sarebbe male.... crostino al cinghiale, tagliatelle al cinghiale e cinghiale con olive!

Quando è prevista l'apertura e con che orari?
Siamo aperti dal 24 maggio, dalle 11 alle 22.30; venerdì e sabato facciamo mezzanotte!

Allabona
Via Santa Maria 127
56126 Pisa
Tel. 050.550437

www.facebook.com/ristorantiallabona
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
www.allabona.it 

....e tra pochissimo si apre a Lucca, ve ne daremo conto :-)

 
< Prec.   Pros. >