l'attualita'

L'Albero del Pane

logoalbero.jpgDove meno te lo aspetti, trovi un luogo di delizie, dolci e salate. Provare per credere

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Che si regala a Natale

regaliintervista.jpgGiro di telefonate per capire cosa si regalerà per le Feste Natalizie

Leggi tutto...
 

l'editoriale

2018, addio e senza rimpianti.
Ne sono successe di tutti i colori, ai quattro angoli del Mondo.
Dalla vicenda Corea del Nord-Usa, alla guerra dei dazi, ai disastri naturali, alle vicende nostrane, e poi la Brexit che ancora non si sa come andrà a finire.
Non è mancato il terrorismo, che ovviamente non va in ferie.
Sul clima, che dovrebbe mettere tutti d'accordo, non c'è accordo e il rischio di andare a schiantarsi, non è così remoto.
Come sarà il 2019? Speriamo in un ritorno al buon senso!

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
Gianduja PDF Stampa E-mail

Gianduia toccasana per il cuore, rende le arterie più elastiche
Lo rileva una ricerca italiana, diretta dal professor Francesco Violi, direttore del dipartimento di Medicina Interna del Policlinico Umberto I° di Romagiandujotti.gif
Buono e anche benefico soprattutto per le arterie.
È il gianduia, la nocciola tonda del Piemonte, che con il suo alto contenuto di antiossidanti, polifenoli e vitamina E, rappresenta un toccasana per il cuore.
Lo rileva una ricerca italiana, diretta dal professor Francesco Violi, direttore del dipartimento di Medicina Interna del Policlinico Umberto I° di Roma e pubblicata sulla rivista Internal and Emergengy Medicine.
Del cioccolato fondente si conoscono già tutte le virtù, al contrario del gianduia, di cui fino a oggi sono rimasti sconosciuti i benefici.
“Dopo circa 2 ore dal consumo – ha detto il professor Violi – i partecipanti mostravano un aumento dell’elasticità delle arterie, mentre alcun effetto si registrava dopo la somministrazione di cioccolato al latte”.

 
< Prec.   Pros. >