l'attualita'

L'Albero del Pane

logoalbero.jpgDove meno te lo aspetti, trovi un luogo di delizie, dolci e salate. Provare per credere

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Che si regala a Natale

regaliintervista.jpgGiro di telefonate per capire cosa si regalerà per le Feste Natalizie

Leggi tutto...
 

l'editoriale

2018, addio e senza rimpianti.
Ne sono successe di tutti i colori, ai quattro angoli del Mondo.
Dalla vicenda Corea del Nord-Usa, alla guerra dei dazi, ai disastri naturali, alle vicende nostrane, e poi la Brexit che ancora non si sa come andrà a finire.
Non è mancato il terrorismo, che ovviamente non va in ferie.
Sul clima, che dovrebbe mettere tutti d'accordo, non c'è accordo e il rischio di andare a schiantarsi, non è così remoto.
Come sarà il 2019? Speriamo in un ritorno al buon senso!

 
 
Report PDF Stampa E-mail

 ANSA.it
Benzina davanti casa, avvertimento al giornalista di Report Federico Ruffo

Benzina davanti casa, avvertimento al giornalista di Report Federico Ruffo
Avvertimento al giornalista Rai Federico Ruffo, autore di una recente inchiesta per la trasmissione Report su presunti rapporti tra alcuni dirigenti della Juventus, ultrà e 'ndrangheta.
L'episodio si è verificato due notti fa a Ostia.
Ruffo ha presentato denuncia ai carabinieri della stazione di Ostia Antica. Sulla vicenda sono in corso indagini.
"Se non ci fosse stato il cane avrebbero dato fuoco a casa. Mi ha salvato" racconta Federico Ruffo. "Ero tornato tardissimo - ricorda in un video pubblicato sulla pagina Facebook della trasmissione Report - Passo gran parte della settimana a Torino, dovevano sapere che ero a casa. Stavo dormendo quando ho sentito un rumore da fuori, era la ciotola del cane. Il mio cane ha iniziato ad abbaiare tantissimo.
Sono uscito a piedi nudi e sono scivolato su un lago di benzina. Sono caduto a terra riempendomi di benzina sulla schiena e le gambe. Poi sono uscito in giardino, sono arrivato al cancello per vedere se stessero scappando ed era pieno di benzina".
Il giornalista ipotizza che i responsabili abbiano scavalcato il muro del giardino per entrare. Quando è rientrato a casa per chiamare i carabinieri ha visto la croce sul muro accanto alla porta.

Il giornalista ha denunciato l'accaduto ai carabinieri che ora indagano sulla vicenda. La notizia dell'avvertimento è stata anticipata da alcuni organi di stampa. L'ipotesi è che i responsabili abbiano scavalcato il muro di cinta del giardino e siano poi arrivati davanti alla porta dell'abitazione dove è stato versato liquido infiammabile e disegnata una croce con vernice rossa sul muro.
Una croce con vernice rossa sul muro accanto alla porta di casa e liquido infiammabile in più punti sul pianerottolo dell'appartamento.
Avvertimento al giornalista Rai Federico Ruffo, autore di una recente inchiesta per la trasmissione Report su presunti rapporti tra alcuni dirigenti della Juventus, ultrà e 'ndrangheta. L'episodio si è verificato due notti fa a Ostia.
Ruffo ha presentato denuncia ai carabinieri della stazione di Ostia Antica. Sulla vicenda sono in corso indagini.
"Se non ci fosse stato il cane avrebbero dato fuoco a casa. Mi ha salvato" racconta Federico Ruffo.
"Ero tornato tardissimo - ricorda in un video pubblicato sulla pagina Facebook della trasmissione Report - Passo gran parte della settimana a Torino, dovevano sapere che ero a casa. Stavo dormendo quando ho sentito un rumore da fuori, era la ciotola del cane.
Il mio cane ha iniziato ad abbaiare tantissimo. Sono uscito a piedi nudi e sono scivolato su un lago di benzina. Sono caduto a terra riempendomi di benzina sulla schiena e le gambe.
Poi sono uscito in giardino, sono arrivato al cancello per vedere se stessero scappando ed era pieno di benzina". Il giornalista ipotizza che i responsabili abbiano scavalcato il muro del giardino per entrare. Quando è rientrato a casa per chiamare i carabinieri ha visto la croce sul muro accanto alla porta.
Il giornalista ha denunciato l'accaduto ai carabinieri che ora indagano sulla vicenda. La notizia dell'avvertimento è stata anticipata da alcuni organi di stampa.
L'ipotesi è che i responsabili abbiano scavalcato il muro di cinta del giardino e siano poi arrivati davanti alla porta dell'abitazione dove è stato versato liquido infiammabile e disegnata una croce con vernice rossa sul muro.

 
< Prec.   Pros. >