l'attualita'

L'Albero del Pane

logoalbero.jpgDove meno te lo aspetti, trovi un luogo di delizie, dolci e salate. Provare per credere

Leggi tutto...
 

l'intervista del mese

Governo: si dice che

gverde.jpgIniziamo a fare un giro di telefonate per capire cosa si pensa del Governo

Leggi tutto...
 

l'editoriale

Mezza Europa si chiede cosa ci faccia Tria al Ministero dell'Economia. Tirato per la giacca dal duo Di maio-Salvini, sta facendo non solo brutta figura in Parlamento ma anche in Italia e in Europa.
Non sappiamo cosa gli passi per la testa, ma certo non sono pensieri positivi.
Se ha un minimo di dignità dovrebbe dimettersi, se non altro per rispetto verso se stesso

 
 
Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Advertisement

 
DNA modificato PDF Stampa E-mail

Dna modificato: la Cina blocca le ricerche
Il lavoro del team, che ha creato i primi esseri umani geneticamente modificati al mondo, definito
Dna modificato: la Cina blocca («illegale e inaccettabile») le ricerche He Jiankui, lo scienziato che sostiene di aver creato i primi bambini geneticamente modificati al mondo

Il governo cinese ha disposto il blocco del lavoro del team medico e di ricercatori che pochi giorni fa ha rivendicato la prima modifica genetica sull’uomo: il viceministro della Scienza e della Tecnologia Xu Nanping, parlando con la tv statale cinese Cctv, ha spiegato che il suo ministero «si è opposto con forza» agli sforzi che hanno portato di recente alla nascita di due bimbe con il Dna «corretto». Xu ha definito il lavoro del team «illegale e inaccettabile», ricordando che «c’è un’indagine in corso.

Parla lo scienziato: «Sono molto orgoglioso»
Il ricercatore He Jiankui ha nei giorni scorsi rivendicato l’alterazione del Dna allo scopo di provare a rendere le due gemelline nate, Lulu e Nana, resistenti all’Aids in un’azione che ha sollevato polemiche in Cina e a livello internazionale sotto il profilo scientifico ed etico. Tuttavia, mancano conferme indipendenti sui reali risultati raggiunti e rivendicati da He secondo cui una seconda gravidanza «modificata» potrebbe essere in fase di sviluppo. La decisione del ministero è stata in qualche modo anticipata dalle pesanti critiche espresse dalla National Health Commission, che ha mobilitato un gruppo di esperti per chiarire l’accaduto, in base a Zeng Yixin, numero due della Commissione stessa. Zeng, in un’altra intervista alla Cctv, ha affermato che il caso «viola gravemente sia le leggi e i regolamenti della Cina sia i principi etici», assicurando che i dipartimenti e i governi locali stanno indagando il caso assicurando che le violazioni saranno «punite con risoluzione». Con il rapido sviluppo di scienza e tecnologia, «la ricerca e le applicazioni della scienza devono responsabilizzate seguendo le norme tecniche ed etiche».

 
< Prec.   Pros. >