Anteo vini

Può sbocciare l'amore per un azienda, per un territorio?
Certo che può succedere, basta che l'innamorato sia un poeta come il signor Trento, imprenditore di mestiere ma poeta a tutto tondo fin nel fondo dell'anima. E, cosa importantissima che questa sua inclinazione l'abbia saputa trasmettere ai figli,
Antonella e Piero, attuali titolari. Tutto ha inizio nel 1981, quando con altri soci, viene fondata Anteo, dove una volta era insediata una comunità religiosa...e come si sa i monaci sapevano scegliere e bene.
titolari_anteook.gif Non è un caso che Anteo sia a Rocca de' Giorgi, nel bel mezzo dell'Oltrepò Pavese, location semplicemente mirabile e vocata come poche altre alla produzione di grandi spumanti.
Il paesaggio è incantevole, con le case addossate come in un Presepe alla secentesca chiesetta di S. Michele Arcangelo, dalla quale si gode di un panorama mozzafiato. In posizione dominante con i suoi 380 metri d'altezza, permette alle brezze di insinuarsi tra i filari, donando salubrità alle uve e grandi profumi dettati dalle escursioni termiche.
L'azienda agricola Anteo
Anteo, il gigante, figlio di Gea (la Terra), sconfiggeva ogni avversario traendo forza dal contatto con la madre, questa la suggestione poetica che il signor Trento volle dare alla sua creatura.
Come nell'Olimpo greco l'azienda riceve la propria forza perenne dalla terra: 30 ettari di vigneto nel cuore dell' Oltrepò Pavese, il miglior cru di Pinot Nero di questo territorio.
L'Oltrepò Pavese, il maggior produttore di vino di tutta la Lombardia, è ha tradizioni vinicole antichissime.
Strabone, infatti, definiva il terroir dell'Oltre Po “contrada del popolo dalle grandi botti”.
Un terrori magico, posto sul 45° parallelo, quello magico, dove si fanno i migliori vini del Mondo
Tra di quest primeggia il Pinot Nero, vitigno tanto nobile quanto difficile da coltivare o forse meglio da domare. roccadegiorgi.jpg
In Oltrepò, invece, il Pinot Nero ha trovato buon habitat e ha assunto una rilevante importanza. Non è un caso che qui vi sia la maggior produzione mondiale di questo vitigno fatto salvo Borgogna e Champagne.
Anteo sorge nella fascia est del comune di Rocca de' Giorgi, ai confini con la Valle Versa, in una zona considerata come il cru più vocato dell'intero Oltrepò Pavese per il vitigno Pinot Nero.
Qui, oltre centoconquant'anni fa, fu fatta una accurata indaginne pedoclimatica per mettere a dimora le prime piantine di origine francese. Tutti gli studi successivi hanno confermato la grande vocazione del territorio di Rocca de' Giorgi.
In un contesto di questa caratura, non c'è molto da fare se non accompagnare l'uva in vino, senza stravolgerne le grandi qualità organolettiche. Molto lavoro in vigna e poche interferenze in cantina. E la dove si compie il miracolo naturale, moderne atrezzature, agevolano il lavoro dell'uomo, ma sempre e comunque con un'occhio attento ai processi naturali
Si vendemmia a mano e ci mancherebbe, in piccole cassette e subito le uve vengono avviate ad una pressatura soffice per ottenere un mosto fiore di gran qualità
 Il mosto fiore va subito in vasche refrigerate onde evitare tassativamente ogni ossidazione. In altre vasche di varia capacità (al fine di vinificare separatamente le singole partite potendo quindi confrontarne nel tempo i risultati) inizia la fermentazione alcolica che trasforma il mosto in vino.
Tutto questo processo avviane a temperatura controllata per non perdere gli aromi primari.
Questa metodologia basata sul freddo permette l'uso di piccolissime quantità di anidride solforosa, un antiossidante necessario ma non privo di effetti collaterali.
Oggi la solforosa viene limitata al massimo e si tende anche in Anteo a produrre vini a solforosa "0" o quasi.

Nature
Nature Écru Millesimato nature_ecrubok.gif
Oltrepò Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG Extra Brut (millesimo 2008).
Uve: Pinot Nero (100%) da vigneti di proprietà siti in Rocca de' Giorgi.
Note organolettiche: perlage fine e continuo con arcate perfette. Il colore giallo paglierino pieno con riflessi luminosi è quanto di meglio si possa ottenere dal Pinot nero vinificato in bianco.
Gran bel  bouquet di rara fragranza. Note di pasticceria, frutti maturi, erbe aromatiche e complesse sfumature minerali.
In bocca è secco, rotondo, senza asperità. Molto aromatico, ha grande struttura e una chiusura nitida e carezzevole.
Abbinamenti: l'aperitivo, con la "A" maiuscola. Ottimo per un tutto pasto anche impegnativo...ma se fossimo il voi, ci divertiremmo a fare esperimenti sugli abbinamenti. Potreste avere sorprese notevoli.
Temperatura di servizio 7-8 °C.
 
Martinotti
Martinotti Brut martinotti_brutbok.gif
Oltrepò Pavese Pinot Nero Spumante DOC Brut VSQPRD.
Uve: Pinot Nero (85/90%) e Chardonnay (10/15%) da vigneti di proprietà siti in Rocca de' Giorgi.
Terreno ed esposizione: terreni calcarei esposti a Sud/Sud-Ovest.
Note organolettiche: spumantizzato con Metodo Martinotti lungo, un anno all'incirca sui lieviti
Perlage fine e continuo; il colore è di un bel giallo paglierino, quasi dorato.
Ottimo il bouquet, di gran freschezza ed eleganza. Iniziali note di pane con un finale ai sentori di agrumi.
 Sapido al palato, gradevole e non aggressivo, buona la persistenza gusto-olfattiva.
Eccellente aperitivo, può sposare un menù leggero. Noi lo possaimo consigliare con arrosti da animali di cortile. Grazie alla sua acidità vi sgrassera la boccaè in grado di sostenere anche un abbinamento a tutto pasto.
Temperatura di servizio 8-10 °C.

Staffolo
Bonarda di Rovescala "Staffolo" 2013  staffolobok.gif
Bonarda dell'Oltrepò Pavese DOC.
Uve: Croatina (100%) da vecchie vigne coltivate sotto il controllo agronomico di Anteo, allocate in Rovescala (PV).
Note organolettiche: spuma fine, leggera, abbastanza persistente.
Colore rosso rubino intenso con riflessi violacei soprattutto da giovane. Netto al naso,  intenso, accattivante, con note di marasca, frutti rossi, mora e prugna: in bocca si rivela elegante, di buon corpo, con presenza di tannini morbidi e di buon equilibrio. Chiusura morbida e piacevole.
Abbinamenti: predilige i piatti della cucina tipica lombarda. Essendo un vino versatile, può comunque avere molteplici usi. Compagno ideale per spezza fame a base di formaggi e salumi della tradizione lombarda
Servire a temperatura di 16-18 °C.

Nella tarda primavera del 2005 con un investimento cospicuo, sono state realizzate importanti opere sia in cantina sia e sopratutto per la parte Ospitality. Oggi Anteo può ospitare per le visite piccoli e grandi gruppi di enoturisti. Con Milano a cinquanta Km e l'Expo in arrivo, questa è la ciliegina sulla torta. Vi aspetta una visita guidata dell’azienda con particolare attenzione alla produzione dello spumante Metodo Classico e magari una degustazione finale abbinata ai prodotti tipici dell'Oltrepò Pavese (noi vi suggeriamo la pancetta e se siete fortunati i salumi a base d'oca)

Azienda Agricola Anteo
 Località Chiesa
 27040 Rocca de' Giorgi (PV)
 tel 0385.99073
fax 0385.951814

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo